ESPERIENZA DI LAVORO

LE TAPPE DELLA MIA ESPERIENZA DI LAVORO

Gli inizi

Posso vantare esperienza di lavoro in aziende del settore grafico fin dal 1979.
A quei tempi si faceva sul serio: sono stato addirittura assunto “di botto” dallo Studio Due Punti di Milano, solo dopo qualche provino a fine 1978. È stata la mia prima esperienza di lavoro in uno studio grafico. Nel 1978 (a servizio militare assolto), in casa, avevo disegnato molto per i saloni umoristici e illustrato libri per bambini.

Lo studio cercava nuova manodopera perché c’era da realizzare l’Enciclopedia “La Salute, domande e risposte” della F.lli Fabbri Editori. Mi piaceva disegnare e basta, un po’ di fantasia e di spirito umoristico e la voglia di imparare un mestiere… non avevo esperienza di lavoro in azienda e neppure grandi “skills”, come si dice oggi. Hanno solo avuto fiducia nelle mie possibilità e mi hanno dato modo di svilupparle.

Al lavoro in Prograf, la mia seconda esperienza

Il maestro grafico-illustratore e imprenditore Piero Valli, (dallo Studio Due Punti di via Savona alla Prograf (Redecesio) con De Leonardis e poi alla Graffito), mi ha insegnato a lavorare: GRAZIE!!!.
Io ci ho messo la curiosità, la voglia di imparare e la passione del fare e dello sperimentare. Così poi ho potuto continuare ad assimilare di tutto da tutti coloro che avevano qualcosa da insegnarmi.

Tantissimi grazie allora a tutti i colleghi, i tecnici, gli imprenditori che ho incontrato sul mio cammino. Da ognuno di loro ho potuto imparare qualcosa di importante.

Le esperienze, in immagini

Un grazie in particolare ad Alberto Comper, dal 2000 al 2017 grande e irraggiungibile GURU di Adobe e oggi IT Manager a NKGB Strategic Advisory SA, che dalla metà degli anni ’80 mi ha fatto appassionare (gasare, meglio…) ai computer facendomi intravvedere che anche loro hanno una logica, sotto sotto.

26 anni di lavoro tra Studio due Punti, Prograf e Graffito: qui ho imparato il lavoro della fotolito, l’illustrazione a tinte piatte coi retini a bromografo, la cartografia, l’illustrazione a tempera ecoline e areografo. Poi Freehand, Photoshop, Illustrator (ma prima ancora Digital darkroom, Cricket draw e Cricket graph … il paleolitico del Mac) e un sacco di cose che faccio o uso anche oggi, magari in modo diverso da come le facevo una volta.  Da queste prime esperienze di lavoro ho imparato una cosa fondamentale: “Il lavoro forse te lo insegnano, il mestiere comunque si ruba”.

La scoperta dell’infografica

Sono seguite, dal 1996, le esperienze alla SEI- Servizi editoriali infografici, dove ho approcciato e scoperto il mondo dell’infografica e sono entrato come Art-director, portando il mio background cartografico e l’esperienza di editoria scolastica. Lì ho imparato tutto il “mestiere” infografico dai miei colleghi.

Dopo la parentesi Vespina che è stata utile a livello di gestione generale di uno studio giornalistico di infografica è avvenuto il grande e rischioso salto in Centimetri, agenzia infografica appena fondata da Luca Bonzi con altri soci, tra cui la spagnola Grafìa.

In Centimetri

Abbiamo iniziato in due e in pochissimi anni siamo arrivati a contare circa 35 lavoratori presenti su 2/3 turni 7 giorni su 7, tra grafici, redattori giornalisti e amministrativi.
Tutti ad affrontare le sfide giornaliere del servizio di copertura delle principali notizie nazionali e internazionali, (senza contare gli input e le richieste personalizzate dei tantissimi quotidiani locali italiani e i grafici fissi di economia, sport, meteo e spettacolo).

Siamo arrivati a mettere in rete anche più di 200 infografici al giorno. Un’esperienza di lavoro davvero unica, pesantissima a livello di tenuta nervosa, ma ricchissima di crescita professionale (ehi… non ho detto economica…). Lì ho fatto l’art director e il direttore di produzione per molto tempo.

Gli ultimi 5 anni mi hanno visto affrontare la sfida del settore ricerca e sviluppo, dove ho seguito i progetti più a lunga scadenza e i clienti diversi dai quotidiani (imprese e istituzioni), con l’obiettivo di diversificare la clientela e implementare nuovi metodi di lavoro e nuove tecniche.

La svolta: l’esperienza di lavoro come freelance

Un brutto giorno del 2014, essendo cambiato completamente l’assetto societario di Centimetri (…!) e gli scopi dell’impresa, (e, soprattutto, avendo io superato di gran lunga i 55 anni…) ho avuto il benservito. Al giorno d’oggi si usa così. Pare. Nel 2015, dopo un periodo di ricerca e formazione, ho aperto la partita IVA e mi sono messo in proprio come freelance. Una fase della mia vita occupazionale che avevo sempre desiderato per la prospettiva di autonomia che porta con sé. Ma piena di rischi e difficoltà che non avevo mai affrontato prima: insomma, una bella sfida con tante preoccupazioni, un sacco di cose nuove da imparare, diverse opportunità e molte soddisfazioni.

Le categorie e i generi

Qui, nella sezione “ESPERIENZA DI LAVORO” divido per categorie ed esempi i diversi generi di produzione ai quali mi sono accostato: CARTOGRAFIA, INFOGRAFICA, PRESTAMPA E PUBBLICAZIONI ONLINE, ILLUSTRAZIONE, UMORISMO, ESPOSIZIONI E MOSTRE. È una suddivisione che opero solo per organizzare le sezioni del mio sito, ma in realtà, nelle varie realizzazioni, spesso e volentieri, categorie e generi si sovrappongono o comunque convivono. Buona visione.

PS. Questo sito l’ho realizzato con WordPress. (Che bello! Davvero appassionante!) Casomai dovesse venirvi utile questa informazione, per farmi realizzare anche il vostro…